la pagina facebook ufficiale di thebends.it

thebends.it

14/04/2015
Il nuovo album? Ci sono buone possibilità
che venga pubblicato entro il 2015
e spunta anche una possibile tracklist

Si rincorrono sempre più insisitenti le voci di un'uscita del nuovo album dei Radiohead entro la fine di quest'anno. Quando è stato chiesto a Philip Selway qualche informazione sul nuovo disco, al Drowned in Sound ha dichiarato che la band ha lavorato al nuovo lavoro per tutto l'autunno fino a prima di Natale e che adesso si sono allontanati dalla sala di registrazione per seguire altri progetti individuali.

Non si sbilancia su una possibile data di uscita "potrebbe accadere qualsiasi evento che ne ritardi la pubblicazione e potrei pentirmi di aver dato quella determinata data", dice.

Nel frattempo l'album entra di diritto fra i 50 album più attesi del 2015 mentre il citizen insane stila una possibile tracklist composta da 12 canzoni, basandosi sui brani inediti suonati nel 2012 durante il "the king of limbs" tour.

1 Identikit
2 Cut a hole
3 Skirting on the Surface
4 Wake me (before they come)
5 Burn the witch
6 I lie awake
7 Riding a bullet
8 Open the floodgates
9 Follow me around
10 Come to your senses
11 Ful stop
12 The present tense

11/04/2015
La setlist del concerto di Philip Selway a Le Poisson Rouge

Ieri sera è partita da New York la tournée di Philip Selway. Di seguito la setlist del concerto.

• Miles Away
• By Some Miracle
• Around Again
• The Ties That Bind Us
• Don't Go Now
• A Simple Life
• Drawn to the Light
• Running Blind
• Ghosts
• Coming Up for Air
• Patron Saint
• Turning It Inside Out
• Waiting for a Sign
• Beyond Reason
• It Will End in Tears

Bis

• Broken Promises
• Let It Go

Prossima data, domani al Coachella Festival.

7/04/2015
Philip Selway in tour

Partirà da New York venerdì prossimo (10 aprile) il tour che vedrà il batterista dei Radiohead, Philip Selway, portare in giro il suo secondo album solista Weatherhouse. Per le date potrete visitare la pagina tour oppure il sito ufficiale di Phil.

5/04/2015
Le opere di Stanley Donwood in mostra a Sidney

Stanley Donwood, che ha disegnato le copertine dei dischi dei radiohead da "Ok computer" fino a "King of limbs" oltre ad aver disegnato le copertine dei due album solisti di Thom Yorke e quella degli Atoms for peace, sarà in mostra a Sidney con una sua personale presso la galleria Carriageworks dal 21 maggio al 6 giugno 2015. La mostra si intitolerà "The Panic Office".

Una dichiarazione della galleria ha detto che la mostra presenterà "migliaia" di pezzi e di opere d'arte tratti dalle cover degli album dei radiohead e di Thom Yorke tra cui alcuni originali. Oltre questi lavori evocativi e distintivi ci saranno anche lavori di 25 anni di carriera di Donwood.

Non è ancora noto se Donwood realizzerà la cover del prossimo disco dei Radiohead, disco che a quanto pare, la band ha cominciato a realizzare lo scorso autunno. Jonny Greenwood, infatti, ha dichiarato che la band ha cambiato radicalmente il loro metodo per il nuovo album. "Siamo emotivamente troppo coinvolti per spiegare come, ma stiamo mescolando vecchie tecnologie con nuove tecnologie per vedere cosa succede".

4/04/2015
Una prima orchestrale per Jonny Greenwood in Nord America

Questa settimana ci sarà la prima per un'opera orchestrale scritta dal chitarrista dei Radiohead Jonny Greenwood.
Il concerto si terrà a Stanford dove Greenwood suonerà insieme alla Australian Chamber Orchestra.

Il brano di Greenwood presentato dalla ACO, s'intitola Water ed è un lavoro per archi, pianoforte e tambura (ossia uno strumento a collo lungo di origine orientali che produce un suono tipo un drone in volo).

Il programma prevede la sinfonia di Haydn No. 83 in SOL minore (The Hen), concerto per clarinetto di Mozart in LA maggiore e la sinfonia 40 in SOL minore.

Parla Richard Tognetti, il Direttore Artistico della Australian Chamber Orhestra, in merito a Jonny Greenwood: "Credo sia la prima celebrità, come musicista pop, che ha saputo cavalcare il mondo della musica classica".

La ACO si esibirà al Bing Concert Hall, 327 Lasuen St., venerdì 10 aprile, alle 19:30.

Per i biglietti visitate il sito live.stanford.edu.

1/04/2015
Tidal sfida Spotify, e lo fa sulle note di The National Anthem dei Radiohead

Il musicista Jay Z, ha tenuto una conferenza stampa per il lancio ufficiale di Tidal, il servizio di musica in streaming che l'artista ha recentemente acquistato per 56 milioni di dollari.
Durante la conferenza stampa, Jay Z è stato raggiunto da un cast impressionante di musicisti famosi in tutto il mondo, che sono stati presentati come co-proprietari della nuova impresa. I loro nomi sono: Beyonce, Kanye West, Daft Punk, J. Cole, Rihanna, Madonna, Deadmau5, Jack White, Jason Aldean, Usher, e due membri degli Arcade Fire.

tidal


Inizialmente i presenti pensavano di assistere ad un annuncio Apple, (lo stile è stato davvero molto simile), Alicia Keys, una volta sul palco, ha fatto un breve discorso sulla storia della musica. Poi ad uno a uno i cantanti, sulle note del brano dei Radiohead The National Anthem, hanno firmato un documento.
Finita la musica e abbassatesi le luci, gli artisti sono saliti tutti sul palco.

Tidal costerà 10 dollari al mese (più economico rispetto alla sua versione premium) e ha come obiettivo quello di "ridare" valore alla musica, offrendo royalty (a quanto pare quasi il doppio rispetto ai concorrenti), agli artisti che decideranno di farne parte. Secondo alcune indiscrezioni, Tidal sarebbe riuscita ad avere il supporto di Taylor Swift che mesi fa aveva deciso di non rendere più disponibili i suoi brani su Spotify. Quest'ultimo ha circa 60 milioni di utenti (15 milioni per la versione premium).
Tidal al momento circa 17mila utenti (tutti a pagamento).
Anche Apple, a quanto pare, sta lavorando insieme a musicisti e produttori musicali (in primis Trent Raznor e Jimmy Iovane) per lanciare il nuovosuo servizio di musica in streaming che dovrebbe essere pronto per il debutto a giugno e che nasce dalle "ceneri" di Beats Music.

Suggestivo il video che presenta l'evento.

Secondo Thom E. Torke, Spotify "E' l'ultima disperata scorreggia di un cadavere morente".

31/03/2015
I Blur inseriscono anche i Radiohead fra i loro gruppi preferiti

Tra gli artisti preferiti dalla band britannica Blur, oltre a David Bowie, Nick Drake e Ellie Goulding compare anche il nome dei Radiohead. L'elenco è stato pubblicato recentemente come "lista dei dischi preferiti" per conto di iTunes. "E' difficile dire quale album dei Radiohead sia effettivamente il miogliore, in quanto sono tutti come vecchi amici" ha dichiarato la band.

I Blusr usciranno con il loro oprossimo album The Magic Whip il 27 aprile.

Per leggere la notizia completa qui.

29/03/2015
Philip Selway in onda sulla BBC radio 6 music

Mentre scrivo e fino alle 16:00 locali (quindi fino alle 17:00 italiane), Philip Selway è in onda sulla BBC radio 6 music nel programma radiofonico di Guy Garvey. Lo streaming da qui.

I Broadcasts della puntata saranno disponibili alle 14:00 (le 15:00 ora italiana) di domenica 5 aprile (lo so, è Pasqua e fra una fetta di casatiello e un assaggio di agnello sarà fatica) oppure alla mezzanotte (alle una italiane) di lunedì 6 aprile. I Broadcasts saranno disponibili a questo indirizzo.

Di seguito le canzoni suonate durante la trasmissione:

How Can You Mend A Broken Heart? Al Green
Cavern Liquid Liquid
Fotzepolitic Cocteau Twins
Fuel to Fire Agnes Obel
Storm Music Gil Scott-Heron
Melancolie Rokia Traoré
I Hope I Don't Fall In Love With You Tom Waits
Detroit Gaz Coombes
You're Gonna Make Me Lonesome When You Go Bob Dylan
Lionsong Björk
Murder She Wrote Chaka Demus & Pliers
Shedding Skin Ghostpoet
Rainmaker Sparklehorse
Black Steel Tricky
Interference Holly Herndon
Gold Interference
Nobody's Empire Belle and Sebastian
Let Down Radiohead
He Was A Big Freak Betty Davis
Boys Latin Unknown
The Colour of Spring Mark Hollis
Save it For Later The Beat
Monkey's Gone To Heaven Pixies

26/03/2015
Ok computer entra nella Library of Congress

La Library of Congress, è la più grande biblioteca del mondo. Oltre ai libri, custodice anche registrazioni audio, fotografie, mappe e manoscritti particolarmente rilevanti.

L'album capolavoro dei Radiohead, Ok computer, il 25 marzo è stato inserito nella lista del Registro Nazionale della Library of Congress. Ogni anno, la Biblioteca sceglie 25 album musicali che sono culturalmente, storicamente o esteticamente significativi. Quest'anno sono stati selezionati album che vanno dal 1890 al 1999.

I curatori hanno deciso di candidare Ok computer (del 1997) in quanto è un album che parla di consumismo, politici corrotti, psicopatici e disastri aerei.

"Lo vedo come parte di un certo fenomeno in corso nella musica rock che forse inizia con i Velvet Underground, ma anche i Doors, che sono sul Registro di quest'anno. Ha detto il curatore Matt Barton. "Penso che OK Computer riassuma davvero questo fenomeno."

Oltre ai Radiohead e Doors, quest'anno ci sono anche Lauryn Hill e il primo album solista di Joan Baez.

Per leggere tutta la notizia (in inglese) qui.

22/03/2015
thebends.it cambia pelle

In questa epoca di social network e imbarazzo della scelta nel cercare e trovare notizie e curiosità, mi sono chiesto più e più volte che senso avesse aggiornare questo sito web.
Non sono sicuro di avere trovato la risposta, fatto sta che l'ho fatto. Alla fine, dopo anni (era il novembre del 2002 quando thebends.it ha visto la luce), finalmente thebends.it è uniforme ed è tornato online con una nuova veste grafica.

E' volutamente una veste grafica asciutta, essenziale. Perché quello che deve interessare a chi entra nel sito, è la notizia o l'aggiornamento di turno sulla nostra band preferita, e non certamente l'effetto wow! che tanti siti web possono dare.

Vi inviterei a consultare la nuova sezione interamente dedicata alla discografia dalla quale potrete accedere anche alla sezione singoli (non presente in alto) e a quella dei testi delle canzoni con traduzioni a fronte, riviste e corrette.

Grazie per essere ancora qui su thebends.it e buona navigazione.

28/02/2015
Jonny Greenwood firma la colonna sonora di Vizio di forma

E' uscito giovedì 26 febbraio Vizio di forma, un film di Paul Thomas Anderson che vede alle musiche della colonna sonora Jonny Greenwood.
E' la terza collaborazione che il polistrumentista dei Radiohead ha con il regista.
L'intera colonna sonora del film, pubblicata dalla Nonesuch Records, è disponibile in streaming integrale su Spotify.